Legalizzare la tortura? Ascesa e declino dello Stato di diritto

Legalizzare la tortura? Ascesa e declino dello Stato di diritto

Guantanamo, Abu Ghraib, Bagram: sono nomi sinistri, che evocano scenari di umiliazioni, vessazioni e sevizie usate nei confronti di detenuti. Sull'onda di queste e altre analoghe vicende venute alla luce negli ultimi dieci anni, si è acceso un dibattito che risulta sorprendente per ampiezza e vigore, ma anche scandaloso per la domanda intorno alla quale ruota: è legittima e auspicabile la legalizzazione della tortura? Una questione scabrosa, che gli autori affrontano in modo diretto, mostrando la necessità morale e giuridica di una risposta a tale interrogativo. Una risposta che è, senza eccezioni, negativa. Ripercorrendo la storia e la dottrina della tortura, e vagliando lucidamente la fitta rete di argomentazioni, principi e teorie impiegate a sostenerla o a condannarla, gli autori fanno definitivamente il punto su un tema che a partire dall'età dei Lumi sembrava destinato a restare bandito una volta per sempre, e che invece è tornato inatteso alla ribalta nel nostro tempo.
 
Prezzo: € 19,00 € 17,10
Sconto: 10,00% Risparmi € 1,90
Al momento non disponibile, ordinabile in 3 settimane circa Aggiungi al carrello Aggiungi a lista dei desideri

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

Le servitù
Le servitù

Tamburrino Giuseppe, Grattagliano Alberto N.
Le vittime del reato nel processo penale
Le vittime del reato nel processo penale

Annamaria Baldelli, Marco Bouchard
Brevetti, marchio, insegna
Brevetti, marchio, insegna

Franceschelli Vincenzo