Commento a Daniele

Commento a Daniele

Teodoreto di Cirro inizia la grande serie dei commenti ai profeti dell'Antico Testamento con il Commento a Daniele, composto con ogni probabilità negli anni 432-434, nel periodo di calma che intercorre tra le decisioni del concilio di Efeso e il cosiddetto Atto d'unione. Uno dei motivi della composizione del commentario è il rifiuto giudaico di annoverare il Libro di Daniele tra quelli profetici, oltre al desiderio di confutare le esegesi giudaizzanti dei Padri antiocheni, che inclinavano pericolosamente al riconoscimento della deuterocanonicità di Daniele. Teodoreto conduce la propria esegesi con un metodo fondato sul letteralismo, senza trascurare la contestualizzazione storica degli eventi profetizzati, ma esplicitando fin da principio il ricorso alla lettura secondo il senso figurato, che praticherà soprattutto in relazione alle visioni che Daniele riceve dal capitolo 7 in poi.
Al momento non disponibile, ordinabile in 3 settimane circa Ordina libro

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

Troiane. Testo greco a fronte
Troiane. Testo greco a fronte

Euripide, D. Susanetti
Carte segrete
Carte segrete

Procopio di Cesarea
Adolphe
Adolphe

T. Cremisi, Benjamin Constant
Teatro
Teatro

L. Binni, Denis Diderot
Notturno
Notturno

D'Annunzio Gabriele
Il paese delle amanti giocose
Il paese delle amanti giocose

Pederiali Giuseppe
Archivi & biblioteche. Sugli infestanti e le infestazioni. Quaderni: 3
Archivi & biblioteche. Sugli infestanti ...

Montanari M. Santa, Ruschioni Elena, Trematerra Pasquale
Donne
Donne

Charles Bukowski, M. Caramella
Factotum
Factotum

S. Viciani, Charles Bukowski
La vostra salute mi sta a cuore
La vostra salute mi sta a cuore

Josep Corbella, Valentin Fuster, M. Genovese