Ogni riferimento è puramente casuale

Ogni riferimento è puramente casuale

Ogni riferimento è puramente casuale: Sette divertimenti intorno al mondo del libro. Satira, ironia e sarcasmo sul cinismo che pervade l'industria culturale. Tra realismo grottesco e thriller psicologico sette racconti sull’industria culturale, critici, sarcastici, che idealmente si ricollegano alla visione polemica di Sull’orlo del precipizio contro il cinismo e la speculazione che minacciano la libertà dei libri; ma in essi soprattutto si sente l’inventiva di un grande scrittore e la capacità di attrarre e imprigionare nella purezza del raccontare | «Eppure quando aveva cominciato a lavorare nell’editoria le intenzioni erano altre. I libri servono. I libri sono i mattoni di una società, si diceva, i libri sono la barriera al pensiero unico, ai terrorismi teocratici, ai pensieri acritici, i libri sono l’ancora di salvezza e il livello di civiltà di una società. I libri siamo noi, ci rappresentano, pensiamo e viviamo perché ci sono dei libri da leggere. Tutti i figli di puttana del mondo si sono scagliati contro i libri, contro la libertà di esprimersi, di dire quello che si ha nel cuore, anche se inviso ai potenti, anche se contrario alle dittature. [...] E adesso? Rendicontazioni, grande distribuzione, grafica accattivante, quarta di copertina, sconto editoriale, in una parola: marketing».Seven amusements around the book world. Satire, irony and sarcasm about the cynicism that pervades the cultural industry. Between grotesque realism and psychological thriller Seven tales about the cultural industry, critical, sarcastic, which ideally relate to the controversial view of the brink of precipice against cynicism and speculation that threaten the freedom of books; But in them above all you feel the inventiveness of a great writer and the ability to attract and imprison in the purity of the telling | And yet when he started to work in publishing, the intentions were other. Books serve. Books are the bricks of a society, it was said, books are the barrier to single thought, theocratic terrorisms, uncritical thoughts, books are the lifeline and the level of civilization of a society. The books are us, they represent us, we think and we live because there are books to read. All the motherfuckers in the world have been hurled at the books, against the freedom to express themselves, to say what is in their hearts, even if they are envied by the powerful, even if contrary to the dictatorships. [...] What now? Reporting, large distribution, attractive graphics, cover fourth, editorial discount, in a word: Marketing».
 
Prezzo: € 13,00

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

Black run
Black run

Manzini Antonio
Black run
Black run

Manzini Antonio
Black Run
Black Run

Manzini Antonio
Giochiamo? Audiolibro. CD Audio. Con libro
Giochiamo? Audiolibro. CD Audio. Con lib...

Manzini Antonio, Ammaniti Niccolò
La giostra dei criceti
La giostra dei criceti

Manzini Antonio
Capodanno in giallo (La memoria Vol. 911)
Capodanno in giallo (La memoria Vol. 911...

Aykol Esmahan, Camilleri Andrea, Costa Gian Mauro, Malvaldi Marco, Manzini Antonio, Recami Francesco
Regalo di Natale (La memoria Vol. 944)
Regalo di Natale (La memoria Vol. 944)

de Giovanni Maurizio, Alicia Giménez-Bartlett, Bill James, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Francesco Recami
Carnevale in giallo
Carnevale in giallo

Gian Mauro Costa, Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Francesco Recami
Rien ne va plus
Rien ne va plus

Antonio Manzini