M. Il figlio del secolo

M. Il figlio del secolo

M. Il figlio del secolo: Raccontando il fascismo come un romanzo, per la prima volta dall'interno e senza nessun filtro politico o ideologico, Scurati svela una realtà rimossa da decenni e di fatto rifonda il nostro antifascismo | Lui è come una bestia: sente il tempo che viene. Lo fiuta. E quel che fiuta è un'Italia sfinita, stanca della casta politica, della democrazia in agonia, dei moderati inetti e complici. Allora lui si mette a capo degli irregolari, dei delinquenti, degli incendiari e anche dei ''puri'', i più fessi e i più feroci. Lui, invece, in un rapporto di Pubblica Sicurezza del 1919 è descritto come ''intelligente, di forte costituzione, benché sifilitico, sensuale, emotivo, audace, facile alle pronte simpatie e antipatie, ambiziosissimo, al fondo sentimentale''. Lui è Benito Mussolini, ex leader socialista cacciato dal partito, agitatore politico indefesso, direttore di un piccolo giornale di opposizione. Sarebbe un personaggio da romanzo se non fosse l'uomo che più d'ogni altro ha marchiato a sangue il corpo dell'Italia. La saggistica ha dissezionato ogni aspetto della sua vita. Nessuno però aveva mai trattato la parabola di Mussolini e del fascismo come se si trattasse di un romanzo. Un romanzo - e questo è il punto cruciale - in cui d'inventato non c'è nulla. Non è inventato nulla del dramma di cui qui si compie il primo atto fatale, tra il 1919 e il 1925: nulla di ciò che Mussolini dice o pensa, nulla dei protagonisti - D'Annunzio, Margherita Sarfatti, un Matteotti stupefacente per il coraggio come per le ossessioni che lo divorano - né della pletora di squadristi, Arditi, socialisti, anarchici che sembrerebbero partoriti da uno sceneggiatore in stato di sovreccitazione creativa. Il risultato è un romanzo documentario impressionante non soltanto per la sterminata quantità di fonti a cui l'autore attinge, ma soprattutto per l'effetto che produce. Fatti dei quali credevamo di sapere tutto, una volta illuminati dal talento del romanziere, producono una storia che suona inaudita e un'opera senza precedenti nella letteratura italiana.Narrating Fascism as a novel, for the first time from within and without any political or ideological filter, Darkened reveals a reality removed from decades and in fact reestablishes our Antifascism | He is like a beast: He hears the time that comes. The Hume. And What Hume is an exhausted Italy, tired of the political caste, of democracy in agony, of the moderate inept and accomplices. Then he puts himself at the head of the irregular, the criminals, the incendiaries and even the ' ' pure ' ', the most suckers and the fiercest. He, however, in a Public Security report of 1919 is described as ' ' intelligent, strong constitution, albeit syphilitic, sensual, emotional, daring, easy to the ready sympathies and dislikes, ambitious, sentimental fund ' '. He is Benito Mussolini, former socialist leader kicked out of the party, Indefesso political agitator, director of a small newspaper of opposition. It Would be a fictional character if he were not the man who, more than any other, marked the body of Italy in blood. The essay has dissected every aspect of his life. But No one had ever treated the parable of Mussolini and fascism as if it were a novel. A novel-and this is the crucial point-in which there is nothing invented. Nothing is invented of the drama of which here is fulfilled the first fatal Act, between 1919 and 1925: Nothing that Mussolini says or thinks, nothing of the protagonists-D'annunzio, Margherita Sarfatti, an astonishing Matteotti for bravery as for the obsessions that devour him -Nor of the plethora of squadrists, Arditi, socialists, anarchists who seem to have been given birth by a scriptwriter in a state of creative overgiving. The result is an impressive documentary novel not only for the immense amount of sources to which the author draws, but especially for the effect it produces. Facts of which we believed to know everything, once illuminated by the talent of the novelist, produce a story that sounds unheard of and an unprecedented work in Italian literature.
 
Prezzo: € 24,00
Disponibile in 2 giorni lavorativi Aggiungi al carrello Aggiungi a lista dei desideri

Dettagli Libro

  • Titolo: M. Il figlio del secolo
  • Autore:
  • Curatore:
  • Traduttore:
  • Illustratore:
  • Editore: Bompiani
  • Collana:
  • Data di Pubblicazione: 2018
  • Pagine:
  • Formato:
  • ISBN: 9788845298134
  • Non catalogati - Non catalogati

Libri che ti potrebbero interessare