Poetica della zappa. L'arte collettiva di coltivare giardini

Poetica della zappa. L'arte collettiva di coltivare giardini

Poetica della zappa. L'arte collettiva di coltivare giardini: «Le opere costituite dai giardini realizzati attraverso l'invito all'opera hanno la seguente peculiarità: sono di natura performativa, sono esecuzioni dal vivo e non fanno distinzione tra pubblico e artista. Riflettono la stessa complessità che ci restituiscono le arti dal vivo o performative, oltre all'assenza di separazione tra i momenti della creazione e della prova e i momenti della rappresentazione. Sono arti difficili da riprodurre e da registrare, ma in cambio rappresentano un vero sistema vivente che non è la mera traccia di una performance: non sarà niente di più e niente di meno che un giardino. Con queste note non ho inteso fare altro che darvi qualche indicazione e, soprattutto, instillare il desiderio di lanciarvi nell'impresa, diventando a vostra volta giardinieri. Perché è proprio adesso che si sta svolgendo lo scontro tra progetti radicalmente avversi che per posta in gioco hanno l'umanità, e mi piace pensare che l'esito non sia scontato in partenza». Prefazione di Gilles Clément. Postfazione di Enrico Falqui.
Disponibile in 2 giorni lavorativi Ordina libro

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

LA MOSSA DELL'ALFIERE
LA MOSSA DELL'ALFIERE

DIANE A.S. STUCKART
La notte del principe
La notte del principe

Pargeter Edith
L'OSPITE
L'OSPITE

SARAH WATERS
Tutte le battaglie di Beppe Grillo
Tutte le battaglie di Beppe Grillo

Beppe Grillo, Vauro Senesi (Vauro)
IN VOLO SENZA CONFINI
IN VOLO SENZA CONFINI

LAURA MANCUSO