Ecce homo. Come si diventa ciò che si è

Ecce homo. Come si diventa ciò che si è

Con lo "Zarathustra" Nietzsche aveva già scritto il suo "Ecce homo", in timore e tremore. Ma esso era, come le altre sue opere, caduto nel vuoto. Stanco di non essere riconosciuto e di essere mal interpretato, egli, poco prima di essere atterrato dalla pazzia, "monta sulle nuvole per parlare con tuoni e fulmini": si mette in piazza, si autointerpreta, si teatralizza. Scrive, sul filo dell'estrema sanità mentale, il libro della propria vita, un libro unico, alto, più bello della più bella biografia di Plutarco: il documento e il monumento di un genio del moralismo che interpreta dall'interno la lezione di grandezza, libertà e indipendenza impartita all'umanità a prezzo della propria vita e felicità.
Prodotto fuori catalogo

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

La signora in giallo. Delitto à la carte
La signora in giallo. Delitto à la cart...

Fletcher Jessica, Bain Donald
Impariamo a guardarli
Impariamo a guardarli

Nicola Garofalo
Sussurri e crimini
Sussurri e crimini

Jane Stanton Hitchcock, Giulia Balducci, Jane S. Hitchcock
Un colpo di fortuna
Un colpo di fortuna

Giulio Lupieri, Belva Plain, G. Lupieri, Doriana Comerlati
Nelson. L'uomo che sconfisse Napoleone
Nelson. L'uomo che sconfisse Napoleone

Francesco Francis, Terry Coleman
Il mio angolo di universo
Il mio angolo di universo

Ann M. Martin, Alessandra Orcese
Le erbe che guariscono. Manuale pratico di fitoterapia
Le erbe che guariscono. Manuale pratico ...

Paul Belaiche, Teresa Padova
Perché il vetro è trasparente
Perché il vetro è trasparente

Gianni Rigamonti, Bellur Sivaramiah Chandrasekhar