Il pensiero visivo

Il pensiero visivo

Rudolf Arnheim è noto in tutto il mondo per i suoi studi psicologici sulle forme e le funzioni artistiche. In questo lavoro egli sostiene che tutto il pensiero (non soltanto il pensiero relativo all'arte o ad altre esperienze figurali) ha natura fondamentalmente percettiva e che l'antica dicotomia tra vedere e pensare, tra percezione e ragionamento, è falsa e induce in equivoco. Arnheim dimostra che anche i processi primari della percezione coinvolgono meccanismi che sono tipici del ragionare, e descrive l'attività della risoluzione di problemi nell'arte come nella fantasia attraverso i modelli di pensiero della scienza. I materiali impiegati nell'argomentazione di Arnheim provengono da filosofi antichi e moderni; dai risultati di laboratorio della psicologia sperimentale; dalle ricerche sulla percezione e l'arte infantile; dalla letteratura scientifica in campo fisico e astronomico. Le osservazioni di Arnheim mantengono la discussione a livello concreto, legata all'esperienza umana in situazioni reali. Rivolgendosi ad un vasto pubblico, questo libro propone un tirocinio visivo in tutti i campi dell'apprendimento. Il vivace realismo con cui Arnheim presenta le sue tesi teoriche ha fatto di quest'opera uno strumento indispensabile per gli studiosi e gli appassionati dell'arte.
Momentaneamente non ordinabile

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

Per una civiltà umana
Per una civiltà umana

Lewis Mumford, G. Manca
Un'alternativa possibile. Le comunità di famiglie
Un'alternativa possibile. Le comunità d...

L. Crippa, Enrica Volpi, Bruno Volpi, A. Peverelli
Lettera all'America contro l'impiccagione di John Brown. Testo francese a fronte
Lettera all'America contro l'impiccagion...

G. Rizzoni, Victor Hugo, L. Cisbani