La cugina Bette

La cugina Bette

Frutto della piena maturità di Balzac, "La cugina Bette", pubblicato a puntate sul "Constitutionnel" nel 1846, intreccia una complessa trama di vendette, amori e intrighi sullo sfondo di una indimenticabile rievocazione della società parigina sotto il regno di Luigi Filippo. Al centro della vicenda, una singolare figura di anima nera, un "Riccardo III al femminile", Lisbeth Fischer, la "cugina Bette", parente povera rosa sin dall'infanzia dall'invidia per la bella cugina Adeline. Privata del solo affetto che la vita le abbia riservato, divenuta la personificazione stessa dell'"Odio e della Vendetta", Lisbeth opera implacabilmente alla distruzione della famiglia dell'odiata cugina Adeline. Animato da personaggi tra i più incisivi e complessi che Balzac abbia creato, costruito come una perfetta macchina narrativa in cui ogni particolare, ogni dialogo, ogni scena concorre mirabilmente alla costruzione della trama, pervaso dalla straordinaria vitalità, dal caravaggesco, visionario "realismo" balzacchiano, "La cugina Bette" conserva intatto il coinvolgente fascino narrativo di un'opera scritta per catturare e trattenere, da una puntata all'altra, l'attenzione dei lettori.
Disponibilità Immediata Ordina libro

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare