La donna che uccise il generale. Pola, 10 febbraio 1947

La donna che uccise il generale. Pola, 10 febbraio 1947

Maria Pasquinelli, laureata in pedagogia ed insegnante, uccise il generale inglese Robin W. M. de Winton a Pola, la mattina del 10 febbraio 1947, il giorno in cui a Parigi veniva sancito il passaggio dall'Italia alla Jugoslavia di Fiume, Zara, le isole Lagosta e Pelagosa, l'alta valle dell'Isonzo, gran parte del Carso triestino-goriziano e dell'Istria. La data del trattato è stata assunta come giorno della memoria per le popolazioni italiane. Perché un libro su questo episodio? L'intenzione è dichiarata in apertura, e riguarda proprio la possibilità di guardare da un punto di vista diverso un'azione che è condannabile, come qualsiasi omicidio, ma che in altre occasioni ha suscitato anche condivisione, tanto da restare impressa quale gesto eroico nella memoria collettiva. Questa volta invece nulla è successo, Maria non è stata inclusa nelle schiere dei patrioti combattenti come Guglielmo Oberdan, o Nazario Sauro, né di altre eroine come Giuditta, Giovanna d'Arco, Charlotte Corday che, individuato il nemico, imbracciarono le armi e uccisero, guadagnandosi ammirazione e riconoscenza.
Al momento non disponibile, ordinabile in 3 settimane circa Ordina libro

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

Il gioco dei giorni futuri
Il gioco dei giorni futuri

Carloni Mocavero Carla
Il treno il viaggio la casa
Il treno il viaggio la casa

Carloni Mocavero, Carla
Lo sconosciuto che le dormiva accanto
Lo sconosciuto che le dormiva accanto

Carla Carloni Mocavero, A. Risolo
A lui racconterò quello che vidi
A lui racconterò quello che vidi

Carla, Carloni Mocavero
Il figlio di Ishin
Il figlio di Ishin

Carla, Carloni Mocavero