La violenza contro le donne nel fondo giudiziario di Acquapendente (sec. XVI)

La violenza contro le donne nel fondo giudiziario di Acquapendente (sec. XVI)

Una sera di giugno del 1564 Meneca di Giovanni da Roma, di mestiere prostituta presso l’Osteria del Ponte sul Paglia lungo la via Francigena appena fuori le mura di Acquapendente, mentre si recava sul luogo di lavoro insieme a un tale mastro Battista, carpentiere di Montepulciano, è aggredita e stuprata da giovani del luogo, dopo essere stata abbandonata dal suo accompagnatore. Meneca non esita a denunciare il reato, e così viene istruito il processo in cui gioca un ruolo fondamentale la fama publica goduta dai soggetti coinvolti. Allora ci si chiede: perché Meneca ha voluto denunciare i suoi stupratori? Essendo di certo abituata alla violenza radicata nel mondo della prostituzione, quale è stato il motivo che l’ha spinta a chiedere giustizia? L’Autrice ha cercato questa motivazione, così da dare una risposta agli interrogativi.

Immediatamente disponibile nei seguenti formati:

Codice Condizioni Prezzo
DC-81J5-S473 Nuovo 13,00 Acquista

Dettagli Libro

  • Titolo: La violenza contro le donne nel fondo giudiziario di Acquapendente (sec. XVI)
  • Autore: ilaria monachini
  • Curatore:
  • Traduttore:
  • Illustratore:
  • Editore: Sette Città
  • Collana:
  • Data di Pubblicazione: 2020
  • Pagine: 106
  • Formato:
  • ISBN: 9788878538542
  • Storia - Storia

Libri che ti potrebbero interessare