Mito e società nell'antica Grecia-Religione greca, religioni antiche

Mito e società nell'antica Grecia-Religione greca, religioni antiche

Dopo mito e pensiero e Mito e tragedia, anche i saggi di questo terzo volume, Mito e società, sono collegati da una precisa necessità interna e un'ispirazione di fondo nella ricerca di Vernant sulla civiltà greca. L'analisi dei concetti marxiani del modo di produzione schiavistico, di classe e di lotta di classe applicati alla Grecia antica, sottolinea le differenze del contesto (la polis), con intreccio assai fitto di religione e di economia, entro cui questi elementi agiscono rispetto alle società capitalistiche odierne. Così per i problemi della guerra, tema di un saggio successivo, e, in modo ancora più evidente, nell'indagine sul matrimonio e sulle sue trasformazioni dall'epoca arcaica a quella classica sotto l'azione reciproca del sociale e del mitico, due piani che si integrano e si sostengono a vicenda. Passando al mondo divino, l'autore presenta successivamente, insieme a due studi sul mito di Prometeo in Esiodo e sul concetto di puro ed impuro, il pantheon greco come un quadro sociale di gerarchie e di attribuzioni, e quindi, in Ragioni del mito, ci dà una "voce" ad ampio respiro sull'origine, la storia, gli elementi e le interpretazioni della nozione stessa di mito.Un continuo interrogarsi sui limiti e sulle forme sotto cui il mito è presente ad una società ed una società si ritrova nei suoi miti corre dunque nella trilogia di Vernant, dove l'eplorazione avviene armoniosamente, di volta in volta, non fra i poli dei due termini, ma in un triangolo serrato e completo di mito, pensiero e società.Completa questo volume la lezione inaugurale su Religione greca e religioni antiche, tenuta da Jean-Pierre Vernant nel '75 per la cattedra di Studi comparati delle religioni antiche al Collège de France.
Momentaneamente non ordinabile

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare