Occidente. Il diritto di strage

Occidente. Il diritto di strage

In "Occidente" Ferdinando Camon esplora - come in una allucinante discesa agli inferi - le ragioni profonde del terrorismo. Non punta tanto alla restituzione immediata del comportamento di una formazione neonazista, uno di quei gruppuscoli tristemente famosi per il loro coinvolgimento nella strategia del terrore che ha insanguinato l'Italia. A interessarlo sono piuttosto le motivazioni psicologiche più profonde e inconfessabili del suo leader: una maschera che s'imprime nella memoria anche per il suo rifiuto nevrotico della morte fisica, della morte 'naturale', che si sublima in una missione mortifera, in grado di arrestare il progresso collettivo e al tempo stesso di assicurargli sopravvivenza perenne. Un intero capitolo di "Occidente" fu trovato nel covo della cellula neonazista cui fu attribuita la strage di Bologna: ricopiato a mano, tutto in caratteri maiuscoli, serviva ai membri della cellula per spiegarsi a sé stessi, meglio di quanto avevano saputo fare i loro capi.
Momentaneamente non ordinabile

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

La cugina Bette
La cugina Bette

Ferdinando Camon, F. Camon, Francesco De Simone, Honoré de Balzac
Un altare per la madre
Un altare per la madre

Ferdinando Camon
Dal silenzio delle campagne. Tori, mucche, diavoli, contadini, drogati, mercanti di donne e serial-killer: scene e raccontini in versi
Dal silenzio delle campagne. Tori, mucch...

Fernando Bandini, Ferdinando Camon
La vita eterna
La vita eterna

Ferdinando Camon
La malattia chiamata uomo
La malattia chiamata uomo

Ferdinando Camon
Un altare per la madre
Un altare per la madre

Ferdinando Camon
Il Super-Baby
Il Super-Baby

Ferdinando Camon, Giuliano Gramigna
La mia stirpe
La mia stirpe

Ferdinando Camon