De officiis. Quel che è giusto fare. Testo latino a fronte

De officiis. Quel che è giusto fare. Testo latino a fronte

Nel 44 a. C., in un periodo di profonda crisi delle istituzioni sociali e politiche di Roma, Cicerone dedica al figlio Marco un trattato che intende riordinare le forme dell'interazione tra i cittadini e rifondare la res publica. Consapevole che l'antico sistema di valori è ormai superato, Cicerone tenta di organizzare un sistema di trasmissione della memoria fra generazioni, regole di comportamento che indichino «quel che è giusto fare» ai giovani della città, cui tocca ripartire dalle rovine ancora fumanti dello Stato. Una specie di «Etica spiegata a mio figlio», come si intitolerebbe oggi, che è diventata uno snodo fondamentale per il mondo latino, medievale e moderno, permeando la cultura occidentale fino ai giorni nostri.
Disponibilità Immediata Ordina libro

Immediatamente disponibile nei seguenti formati:

Codice Condizioni Prezzo
AA283 Nuovo 12,50 Acquista

Dettagli Libro

Libri che ti potrebbero interessare

Lettere ad Attico (I-V)
Lettere ad Attico (I-V)

S. Rizzo, Marco Tullio Cicerone
Bruto
Bruto

Marco Tullio Cicerone
Le filippiche
Le filippiche

Marco Tullio Cicerone
Sulla natura degli dei
Sulla natura degli dei

Marco Tullio Cicerone
L'oratore
L'oratore

Marco Tullio Cicerone
La retorica a Gaio Erennio
La retorica a Gaio Erennio

Marco Tullio Cicerone
Arte di comunicare (L')
Arte di comunicare (L')

P. Marisch, Marco Tullio Cicerone
De officiis. Quel che è giusto fare. Testo latino a fronte
De officiis. Quel che è giusto fare. Te...

R. R. Marchese, Marco Tullio Cicerone, G. Picone
Difesa di Cluenzio. Testo latino a fronte
Difesa di Cluenzio. Testo latino a front...

Marco Fucecchi, Marco Tullio Cicerone, M. Fucecchi
Difesa di Marco Celio
Difesa di Marco Celio

Marco Tullio Cicerone
Natura divina (La)
Natura divina (La)

Cesare Marco Calcante, Marco Tullio Cicerone